Polpo ubriaco con pasta di mais risottata.

pasta mais risottata polpo1-002

Mi soffermo a parlare della pasta che per me è stata una gradita sorpresa, in quanto fatta solamente con farina di mais ed acqua, è senza glutine, e questo farà piacere a chi ne è intollerante.

Le indicazioni di cottura scrivono di mescolare i primi 3 minuti, coprire e spegnere, dopo 5/7 minuti scolare.

Data la quantità di sugo del polpo ho pensato di risottarla: ho allungato il sugo con poca acqua bollente salata ed ho proseguito come da indicazioni, ha assorbito completamente il sugo, colorandosi e profumandosi.

ingredienti polpo-001

Ingredienti:

  •  1 polpo congelato da 1 kg c.ca,
  •   peperoncino di Calabria,
  •   2/3 spicchi d’aglio,
  •   prezzemolo,
  •   olio evo,
  •   vino rosso corposo  di buona qualità (Cabernet Frank)

 

collage polpo pasta mais-001

Come fare:

scongelare il polpo (se anche il vostro lo è), risciacquare sotto l’acqua fredda e mettere in una pentola di coccio con abbondante olio evo, 3 spicchi d’aglio schiacciati, abbondante peperoncino e prezzemolo tritato.

polipo coccio-001

Mescolare e lasciare qualche ora in frigorifero,  mettere il tegame di coccio, con l’apposita retina pargi fiamma su fuoco forte e far rosolare per qualche minuto, mescolando, fintanto i tentacoli si saranno arricciati.

Versare ½ litro di vino in un pentolino per dealcolizzarlo e portarlo a temperatura,  coprire il polpo con il vino, farlo evaporare ancora per qualche minuto,  coprire, abbassare la fiamma al minimo e continuare la cottura.

Controllare la cottura con i rebbi della forchetta, dopo c.ca 1 ora e mezza era cotto.

La cottura della pasta l’ho spiegata nell’introduzione, ma nulla vieta di usare un altro tipo di pasta, una polentina, un purè.

pasta mair risottata polpo-002

Alla prossima.

About these ads

I Commenti sono disabilitati.