Minipie d’uvaspina.

Uva spina

Trovo che anche questo frutto, come altri, sia uno dei capolavori della natura, m’incanto ogni volta ad osservare questi chicchi da vicino e voi?

Ho preso alcune informazioni da questo sito non avendo trovato nulla nei miei libri.

Nome scentifico: Ribes Grossularia.

Famiglia: Sassifragaceae.

Contiene: levulosio, glucosio, pectine, vitamina C, acidi malico, salicilico e tartarico.

Parti utilizzate: Frutti e foglie.

E’ un’arbusto spinoso, con spine riunite in gruppi di tre, le foglie sono ricoperte da peluria, i fiori sono di colore rossastro e sono solitari o in gruppi di quattro.

Il frutto è di forma sferica, è’ diffuso in quasi tutta l’Europa fino al Caucaso, alla Siberia e alla Manciuria.

In Italia è poco usata e difficile da trovare, perché il degrado ambientale ne ha limitato la diffusione spontanea. (Infatti io l’ho trovata in Austria)

Le foglie hanno proprietà astringenti, antireumatiche e diuretiche; i frutti, ricchi di vitamina C , sono astringenti, diuretici e dissetanti ottimi anche per curare l’artrite e le malattie della pelle.

Uile in caso di: Diarrea, Reumatismi, Ritenzione d’orina, Malattie della pelle, Artrite.

Ingredienti per una pirofila da 20 cm. (io, avendo poca uvaspina ho optato per dei mini pie dimezzando le dosi):

  • 700 g. di uvaspina pulita,
  • 50 g. di zucchero (ho usato fruttosio),
  • 1 cucchiaino di menta fresca tritata,
  • 200 g. di pasta sfoglia,
  • 1 tuorlo per spennellare,
  • zucchero a velo per spolverizzare (ho adoperato quello rosa).

Come fare:

mettere l’uvaspina in una casseruola con lo zucchero (fruttosio), la menta e 3 cucchiai d’acqua.

Cuocere a fuoco dolce per 10 minuti per far ammorbidire l’uvaspina, far raffreddare.

Preriscaldare il forno a 200°C.

Stendere la sfoglia ad uno spessore di 3 mm. c.ca e ricoprire la pirofila, regolare i bordi e dagli scarti ricavare una striscia della misura della pirofila.

Scolare l’uvaspina e mettetela nelguscio di pasta, inumidire il bordo e coprirlo con la striscia, con l’altra pasta formate un coperchio e foratelo al centro per far uscire il vapore durante la cottura.

Decorare a piacere, pennellare la superficie con l’uovo leggermente sbattuto ed infornare per 30/35 minuti fino a doratura della pasta.

Spolverizzarlo con lo zucchero a velo.

Buona domenica.

About these ads

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: