Vi piace sferruzzare? Allora andate a Passeggio sui Navigli, l’Unica Chiave per una giornata CoinvolGente.

Paola Cavanna

Paola Cavanna e Giordano Malabarba detto Jonny Chitarra (lo trovate su fb)

Un titolo che racchiude tutte le emozioni che ho vissuto ieri a Milano, le ho racchiuse soltanto nel titolo per poi liberarle ad una ad una e farle volare da chi, come me “tiene cuore italiano” e vuole far parte di quelli che aiutano a ricostruire e non a distruggere.

L’amore, l’Unica Chiave, quella che apre tutte le porte, quelle dell’arte, della musica,

Sergio Rossetti-001

Sergio Rossetti.

quelle del rispetto per i più deboli, quelli che vivono sotto un ponte, magari proprio quello del Naviglio Grande:

sotto il ponte del naviglio-001

La “casa” di un senzatetto e la paperella.

.. ed il rispetto per la natura, per gli animali, per farli vivere e riprodurre in un ambiente sano e non contaminato da lattine, plastica ed immondizie:

Famiglia di paperelle sul naviglio-001

Tutti possiamo dare una mano, basta poco, poco poco ed in questo caso, basta guardare in cantina, in soffitta, nei vecchi armadi se c’è ancora quella lana che avevamo comperato per fare questo o quello e e che poi non abbiamo fatto.

Basta riprendere in mano i ferri da maglia, o l’uncinetto e avviare il vostro contributo, largo 30 cm., è l’unica “regola” perchè la lunghezza sarà quella che voi deciderete, anche 2 centimetri o 10o, 20o oppure 1 kilometro, tutto verrà poi unito per formare la lunga sciarpa che verrà srotolata nel 2015 in occasione dell’EXPO.

Facciamo in modo che l’EXPO serva a qualcosa e non solo a depauperare le casse della Regione, facciamo in modo che i Navigli ritrovino il calore e l’importanza di un tempo.

Ma cosa c’entri tu, vi chiederete, non sei mica di Milano.. è vero, anche se è altrettanto vero che di Milanesi a Milano non ce ne sono proprio così tanti e, certamente milanesi non sono i gestori dei 2 locali, 1 da una parte e uno dall’altra del grande naviglio, che ci hanno deliziato con due avvilenti casi di Mala-ospitalità.

Ma voi, a parte per un blackout o la chiusura notturna o il turno di riposo settimanale, avete mai sentito che, di domenica, con i tavolini pieni di clienti la macchina del caffè è spenta e si sta “ricaricando” per scoprire poi che: non serviamo il caffè al tavolo (tra parentesi, non avevamo ordinato 5 caffè ma i caffè erano solo 2 ;-) ) l’altro caso lo tralascio perchè non saprei davvero da dove incominciare.

Ebbene si, non voglio esagerare sottolineando il detto che il cliente ha sempre ragione perchè non sempre è vero e a volte è maleducato ma in questo caso il detto dei 2 gestori dev’essere: il cliente deve avere poche pretese, consumare, spendere molto e togliere presto il “disturbo” per lasciare il posto ad un altro cliente che deve avere poche pretese, consumare, spendere molto e togliere presto il “disturbo” per lasciare il posto ad un altro cliente… e così all’infinito.

Un caso di MALA-OSPITALITÁ è aggravato dal fatto che è situato proprio accanto al Vicolo dei Lavandai, come dire: non faccio nomi ma guardo fisso ;-)

Antico lavatoio Naviglio grande e riflesso-002

 Ma non voglio rovinare l’atmosfera e vi porto con me in un cortile, in uno di quei cortili che pullulano di vita, di arte, di cose belle, dove  bambini ed animali sono ammessi, amati e coccolati, guardate qua:

Le canottiere-001

Vi chiederete anche come mai sia arrivata ai Navigli io, che ne avevo soltanto sentito parlare e che, durante le mie sporadiche e fugaci apparizioni a Milano, non avevo mai visitato.

Soltanto pronunciare il nome mi rilassava ma non avevo approfondito perchè mai e poi mai avrei immaginato che Milano nascondesse un tale tesoro.

Avevo sempre sentito parlare di Milano come una città nebbiosa, senza luce, una città indaffarata nella quale  si lavora, si produce instancabilmente e non c’è spazio per la fantasia e quant’altro ed io, triestina abituata al sole e al vento, non ne ero affatto attratta.

Però devo dire che a Milano ho trovato sempre situazioni climatiche coinvolgenti che mi sono piaciute, neve e sole ma, si sa, io sono una donna fortunata…

Cortile Naviglio-001

Voi sapete che non amo tempestarvi di link ma ci sono casi in cui non posso farne a meno perchè vale la pena risalire alle fonti che hanno  ispirato certi post, Maria Teresa Piantanida, acquarellista, pittrice e donna appassionata che ama la sua Milano e vuole mantenerla viva, è la promotrice e curatrice dell’iniziativa, assieme a Giorgio Pastore de: “LA LUNGA SCIARPA PER IL NAVIGLIO GRANDE”.

Mitti Piantanida vicino al suo amato Naviglio

Nel sito potrete trovare informazioni su come, dove, quando e perchè e gli aggiornamenti sui metri di sciarpa già completati e alla quale partecipano sferruzzatori di tutto il mondo, sferruzzate gente sferruzzate!!!

cesto lane per sciarpa navigli-001

Per chi è su fb questo è il link: http://www.facebook.com/pages/La-Lunga-Sciarpa-per-il-Naviglio/325660724877

Accomodatevi a sferruzzare-001

MA TUTTO É PARTITO DA QUI e la spinta finale è arrivata da LUI, gradevole compagno di escursioni “botaniche” e non solo, ma questo è un altro post ;-)

About these ads

31 responses to “Vi piace sferruzzare? Allora andate a Passeggio sui Navigli, l’Unica Chiave per una giornata CoinvolGente.

  • lucianaele

    Buon inizio di settimana.
    Speriamo che arrivi finalmente l’estate…..
    Luciana

  • zebachetti

    Bellissimo ed emozianante Post come la Giornata di ieri. Grazie Libera

  • Alessia Piva

    Le mille contraddizioni di Milano … io ci ho vissuto un paio di anni e devo dire che ne hai colto davvero tutte le “sfumature”. Buon pomeriggio carissima!

  • ili6

    “Facciamo in modo che l’EXPO serva a qualcosa e non solo a depauperare le casse della Regione, facciamo in modo che i Navigli ritrovino il calore e l’importanza di un tempo.”

    La grande essenza del post che condivido per i Navigli e per ogni altro luogo-evento.

    Ciao, pronta a leggere il prossimo tuo post :-)

    • accantoalcamino

      @ili6, è stata una giornata meravigliosa e lo dico davvero non come si dice solitamente dopo gli incontri: che bella persona che sei, bla bla bla e poi puff… ne è valsa davvero la pena, un abbraccione.

  • popof1955

    Ieri arrivato a casa non ho nemmeno acceso il pc, si vede che a me Milano stressa, son riuscito a sbagliare incrocio e ritrovarmi a Monza perché il navigatore indicava a destra e io sono andato a sinistra, un zig zag nell’hinterland per non arrendermi e imboccare l’autostrada (sia mai per fare 15 km) con l’arrivo a casa alle 20,30: ad andare dritto nello stesso tempo sarei arrivato a Bologna.
    Però ieri è stata una splendida giornata, queste tue righe son favolose non c’è descrizione migliore, come le foto che hai fatto, ché non è importante la macchina ma chi vede le cose e le sa condire con l’olio giusto, quello della sensibilità.
    Questa pagina la metto tra i preferiti, devo farla vedere a chi mi gira intorno e riviverla quando il corso del tempo sbiadirà il ricordo.

    • accantoalcamino

      @popof1955, mentre leggevo il tuo commento, ridendo a più non posso, ho pensato che, dal momento che ti piace camminare, la prossima volta vai a piedi, se per fare 15 kilometri ci hai impiegato 2 ore alla media di 7 km e mezzo all’ora, io quando mi allenavo sul carso facevo 11 kilometri in 55 minuti, quindi andavo più veloce della tua macchina :-D Appena il ricordo sarà sbiadito,daremo una bella pennellata e lo riporteremo in auge :-D Buona giornata.

  • iltempodelleriflessioni

    Ciao vagabonda!!!! bellissime foto, sei fantastica!, come sarei voluta essere li!!!!la vita è piena di imprevisti e chissà…….come diciamo qui a Roma vado pé uno, (di corsa) preparativi per la puglia, sai di cosa parlo!!!!
    Grazie per questo bellissimo post, un grande abbraccio ed una buona serata, un bacione.
    Angela

  • Tiziana

    Ora più che mai avrei voluto esserci! :-(

  • londarmonica

    Bella l’iniziativa, ma coinvolgente il tuo articolo. Io sono di Milano e amo Milano anche se bisogna viverla un po’ più da turisti, prendendosi il tempo e alzare gli occhi e guardare attorno. Si scoprono così meraviglie che in genere vengono velate dall’energia dello stress che purtroppo impregna la mia città. Grazie ancora ;)

    • accantoalcamino

      @londarmonica, capisco ed immagino la frenesia inevitabile della vita a Milano, non è il caso, né mentre cammini né mentre guidi, di alzare lo sguardo, troppo rischioso ;-) Un abbraccio e buon proseguimento di settimana :-)

      • londarmonica

        Tra un passo e l’altro ci si può anche fermare e la macchina a Milano è superflua, meglio muoversi a piedi e con i mezzi pubblici si arriva prima a destinazione e si evita lo stress di cercare e trovare parcheggio. Ammetto abito in una zona molto ben servita con i mezzi e … ha ha ha non posseggo la macchina, quando mi serve debbo chiederla in prestito, ma la uso quando debbo andare fuori città. Buona settimana anche a te!

  • fausta68

    Bello, bello!!! Mi hai fatto venire voglia di fare un viaggetto a Milano! :-)

  • ombradiunsorriso

    C’ero anch’io… ed è stato un vero piacere conoscere Nazzareno e Mitti. Un bellissimo ppmeriggio :)

  • tekilabumbum

    ciao Libera…. davvero una giornata bellissima, MIlano domenica ha mostrato tutto i suo fascino, ma noi nn eravamo da meno,DICIAMOCELO!!!
    bel sole,bel posto, temperatua gradevole, belle persone…… scrittura,pittura, canto, fotografia, e…….. i tuoi biscottini gustosissimi; nn mancava proprio niente. si può rifare! UN ABBRACCIO
    Rosi

  • paola

    Sempre belli e interessanti i tuoi post!Peccato che nn riesco ad aprire le foto,ma un pensierino a Milano…non guasta, visto che non ci sono mai andata.Un’occasione per andarci terminati tutti gli impegni scolastici.Un caldo abbraccio Paola

  • Zebachetti.wordpress.com è diventato un libro stampato. | libera...mente

    […] talmente intensa che l’ho appuntata su un pezzetto di carta il giorno della presentazione,  tra la darsena e i Navigli di Milano. D’altronde, da qualche parte in un commento al suo blog ho già scritto, che dalle sue […]

  • daniela

    Complimenti per questo bel post. A Milano ci sono stata diverse volte ed ogni volta ho scoperto un angolino nuovo. Interessanti le iniziative che proponi come pue le tue ricette che ho trovato “fantastiche” ed un paio sento già che dovrò provarle quanto prima, semprechè riesca a frenare l’acquolina prima del tempo!
    Piacere di averti conosciuta “accantoalcamino”.
    Ciao :-)

  • Sara

    La prossima volta ci becchiamo!bacini!!!

  • mamyros

    Ti sei beccata il meglio dei Navigli, quel lavatoio di un tempo era il simbolo di Milano, ora quasi nessuno lo conosce !!!
    Bacione grande
    Mandi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...