Fragole, Nespole, Fiori di Sambuco, Bacche di Goji, tutto fa marmellata…

marmellata mista yogurt-001 

Oggi è domenica e, se dovessi descrivere la mia domenica da sogno, lo farei partendo proprio dalla prima colazione, se fossi ancora fanciulla o fidanzata, sposata, mamma, nonna sarebbe proprio il momento della prima colazione il mio termometro della felicità/serenità.

Le uniche memorie di colazioni tutti assieme risalgono ai tempi del collegio o in albergo.

Vi dirò, ho tentato più volte di coinvolgere ello in questo mio desiderio/sogno, ma cambiare le abitudini di un oltrecinquantenne non è facile se non impossibile, è capitato qualche volta, durante i “primi tempi” poi il tempo è passato, le vecchie tenaci abitudini hanno avuto la meglio e così, complici i miei precoci risvegli, io la colazione la faccio… da sola: apparecchio, mi siedo e, pensando, mangio.

Inizio sempre col caffè perchè, come ho già scritto, il suo profumo e il borbottio della moka mi rallegrano; a volte faccio la crepes di Dukan (l’unica cosa che condivido di quella dieta… dieta?) e già che ci sono vi do la ricetta, merita davvero e vi darà un sacco di energia e vigore per tutto il giorno, da quando trovo l’albume pastorizzato al Despar la faccio solo con quello ma potete adoperare l’uovo intero:

  • 1 uovo intero o albume,
  • 1 cucchiaio e mezzo di yogrt greco 0%,
  • 1 cucchiaio e mezzo di crusca di avena,
  • origano (mia scelta)
  • sale iodato (mia scelta).

Io a volte la mangio anche a pranzo, la farcisco con un pò di tonno al naturale o della bresaola, per la prima colazione nulla vieta di farcirla con della buona marmellata, e qui arriviamo al tema del post: la marmellata o confettura come dir si voglia.

Il dolce e goloso ricordo della Mijesana Marmelada (marmellata mista) che, se andate in Slovenia, vi consiglio di assaggiare, mi ha portata a fare questo esperimento.

In fondo, la marmellata è nata così, dall’esigenza di adoperare la frutta troppo matura prima di buttarla e conservare la frutta per l’inverno.

Dalle mie parti, al Fossalon, piccola zona alle porte di Grado c’è una produzione di pesche e albicocche (quest’ultime, purtroppo vittime delle continue piogge di quest’anno come potete leggere qui  ) e quando la frutta sta diventando troppo matura per essere venduta al dettaglio, viene acquistata, come si dice da noi, per un bianco e un nero (inteso come bicchieri di vino, uno bianco e uno nero) da una famosa ditta di succhi di frutta.

A me piange il cuore veder buttar via la frutta, qualche negozio la mette da parte in una cassa ad un prezzo simbolico; spesso però, la burocrazia delle aziende e le regole sull’igiene lo vieta e così la frutta viene buttata.

Ricordo, qualche anno fa, quando avevano fatto l’inaugurazione dell’Ipercoop di Gradisca, una mia conoscente che quel giorno aveva lavorato lì  mi raccontò che la sera erano avanzate molte fragole, ovviamente essendo il primo giorno erano tutte sane e perfette e i dipendenti avevano chiesto di poterle portare via, anche a metà prezzo  ma fu dato l’ordine di buttarle tutte nei sacchi neri, beh, ho ancora adesso “il nervoso”, e pensare che è proprio la coop che ti dà di più e che predica tanto l’amore per l’ambiente, il rispetto per i più poveri, ospita la giornata alimentare e quant’altro e poi, non ha l’autorità di ribellarsi alle (per me) incomprensibili leggi di mercato, per non buttare via cibo buono ed aiutare case di riposo, collegi, case famiglia e tutte quelle strutture che sono così poco aiutate e sostenute dallo stato? Punto!!!

Vedete come sono? Io parto e poi chi mi ferma più? Ed è partito tutto da un pugno di nespole, in pugno di fragole, una manciata di fiori di sambuco…

Oggi è possibile fare marmellata con tutto questo e tanto altro ancora, le marmellate/confetture possono essere personalizzate, le possiamo rendere esotiche aggiungendo frutta e spezie, piccanti aggiungendo le infinite varietà di pepe che la globalizzazione ci ha messo a disposizione… E qui partirei con un’altra riflessione ma, mi fermo e passo alla ricetta.

collage marmellata mista-001 

Da quando ho iniziato, tanti anni fa a fare marmellate ho seguito quasi sempre le indicazioni del libro Sotto vetro di Gianna Montecucco Rogledi del 1973,  del quale io, con viva e vibrante soddisfazione (vi piace Crozza?), posseggo una copia del 1976, l’anno della settima edizione/ristampa.

Per una  buona parte di ricette lei consiglia il riposo della frutta e zucchero per 12 ore e poi di cuocere il tutto fino al raggiungimento della giusta consistenza che sarà, per le meno esperte, quando, versandone un cucchiaio in un piatto inclinato, correrà lentamente e a fatica (riporto paro-paro dal libro).

Altro consiglio dell’Autrice, per le meno esperte,  è quello di versare un cucchiaino in una tazza d’acqua, la marmellata dovrà andare a fondo senza sciogliersi e, ancora l’ultimo consiglio: basta immergere il cucchiaio nella marmellata e sollevarlo rapidamente in senso orrizzontale sopra la pentola; la marmellata sarà pronta quando scivolerà giù in una sola goccia.

Queste indicazioni sono utili nel caso volteste ridurre la quantità di zucchero aumentando, quindi, i tempi di cottura.

Ingredienti:

  • 700 g. di fragole (peso netto),
  • 300 g. di nespole (peso netto),
  • 1 abbondante manciata di fiori di sambuco,
  • 200 bacche di Goji   (ne consigliano 50 g. al giorno),
  • 500 g. di zucchero.

Come fare:

ho indicato il peso netto quindi, le fragole sono senza foglie e picciolo e le nespole sono sbucciate e snocciolate, i gambi dei fiori di sambuco rimasti possono essere eliminati durante la cottura, quando verranno a galla.

Tagliare a metà le fragole e a spicchi le nespole, aggiungere lo zucchero, i fiori di sambuco, mescolare e lasciar riposare per 12 ore o più (io più) mescolando di tanto in tanto.

Mettere il composto in una pentola di acciaio e procedere alla cottura (vedi indicazioni precedenti), dopo circa 20 minuti aggiungere le bacche di goji e continuare.

Sterilizzare i vasi come fate di solito, io li metto in forno a 120°C. per 30/40 minuti e uso tappi nuovi.

marmellata mista yogurt1-001 

Ecco qui, e dire che dovevo pubblicare soltanto una marmellata… Lo so, non possiedo il dono della sintesi ma in fondo non mi dispiace e, amando Crozza non posso non lasciarvi senza una vita da sogno:

About these ads

23 responses to “Fragole, Nespole, Fiori di Sambuco, Bacche di Goji, tutto fa marmellata…

  • celeste

    Amore ci vengo io a fare colazione con te, io amo la colazione. Che è meglio, come direbbe quel puffo lì.
    Buona domenica Libera, qua di nuovo pioggia, tutti i panni fuori e niente giornata al parco con Nebbia. Mi sa che mi farò una sana dormita :)

  • mamyros

    Hai fatto bene a ricordarlo, ma dipende molto anche dai dirigenti … mica tutti hanno una testa normale.
    Se poi metti anche la risposta di una becera suora di tanti anni fa che ha detto al fruttivendolo del paese … ma la roba marcia mangiatela tu … quello non ha dato più nulla a nessuno.
    Ha versato la cassetta della verdura sopra ad un paio di tavolini del bar della piazza e ha detto: ditemi voi se io do via roba marcia.
    Purtroppo quando ci sono gli orti la verdura fa fatica a venderla e quindi ne approfitta per regalarla a chi sa che ne ha bisogno o alle suore che fra l’altro gestiscono la scuola materna.
    Ciao cara, sfogati pure, ci sono anche orecchie che recepiscono il giusto.
    Un bacione
    Mandi

    • accantoalcamino

      @mamyros, grazie per le parole, salutami quel Signore e spero che la becera suora sia altrove, ho esperienza di becere-suore e non è piacevole. E’ un pò come aver a che fare con ipolitici, sei impotente di fronte alla loro “autorità”… Bacio e buona settimana.

  • francesca-voglioviverecosi

    mi mancano un sacco le nespole degli alberi di casamia…..quante scorpacciate…….mio padre produce frutta, tantissime di albicocche …sapessi quanto le pagana poco ai contadini e quanta frutta non puo` essere venduta! Per cui tantissima marmellata di albicocche…..mia madre ne regala a chili
    bella colazione!
    fra

    • accantoalcamino

      @francesca-voglioviverecosi, lo so, lo so, purtroppo, per certe cose, siamo in trappola e viene impedito a chi ha voglia di fare di farlo ed è anche per questo che la gente si disamora. per fortuna che i giovani hanno capito l’importanza di lavorare la terrae si stanno impegnando per valorizzarla, speriamo che non facciano disamorare anche loro ;-) Buona settimana ♥

  • accantoalcamino

    @cristinab. cao, che bello leggerti :-D ricambio il bacio e ringrazio per i complimentini ♥

  • popof1955

    “Ma tu colazione non la fai mai?” Proprio ieri me lo diceva la Lady (ogni giorno è un nuovo giorno e 35 anni sono una finestra piccina sull’infinità del tempo). E’ vero non faccio colazione, caffellatte e caffè non sono il massimo. Bhe sai che faccio? Oggi che sono a casa e visto che anche tu me lo hai ricordato vado ad assumere un po’ di zuccheri ;)

  • Tiziana

    Noto con viva e vibrante soddisfazione :-) che nel tuo blog si trovano sempre ottimi consigli.
    Oggi per esempio ho preparato gli gnocchi con le patate cucinate alla Raffaello, hanno assorbito poca farina e sono risultati più gustosi e leggeri.
    Grazie e rimani come sei,vai benissimo senza dono della sintesi.

    • accantoalcamino

      @Tiziana, eccomi qui,con vivo e vibrante ritardo (non sgridarmi sai? :-P ) Mi fa davvero piacere che le patate alla Raffaello abbiano avuto successo, sei la mia tester preferita e più coraggiosa, anche se non ci vuole coraggio per fare cose buone ;-) Baseti,.

  • fausta68

    Mi piace fare una buona colazione….voglio provare anche questa.
    Un abbraccio

  • Lo

    anche a me piace fare colazione…noi per fortuna per coincidenza di orari la facciamo insieme tutte le mattine, ma la serenità del fine settimana è un’altra cosa. Ma qui entrano in gioco i risvegli sfalzati di tutti. Allora io e il galletto abbiamo un patto.Il primo che si sveglia porta la colazione a letto all’altro. Poi se vuole torna a dormire. Indovina chi spalma marmellata homemade alla domenica mattina nel pollaio?
    Fantastici gusti e sapori nella tua colazione
    un abbraccio

    • accantoalcamino

      @Lo, io credo che l’educazione alla prima colazione vada inculcata da subito, sia per i benefici fisici e poi per i benefici spirituali che, tu lo sai, per me sono importantissimi. Un abbraccio forte… secondo me è la gallina che spalmala marmellata home made :-D

  • Sara

    Anche per me la colazione è sacra…e mi piacerebbe farne una lunghissima di chaicchiera con te cara!!!
    Bacione e complimenti per le lecornie:)
    Ti abbraccio , ti penso amica:***

    • accantoalcamino

      @Sara, sarebbe proprio bello, mi faresti la serie deituoi splendidi biscottini, un bel the profumato e una tazza di cioccolata calda fatta con la polvere di carruba e poi di corsa al parco :-)

  • topinapigmy

    La marmellata al sambuco è tra le mie preferite, insieme a quella di frutti di bosco. Questa quindi immagino sia una squisitezza. Complimentissimi Libera.

  • paola

    Con viva e vibrante soddisfazione(Crozza è troppo forte) ti dico che io preparo la salsa dei miei pomodori del mio orto(biologico,naturalmente);in alcuni vasetti ci aggiungo il basilico,sempre del mio orticello,in alcuni peperoni, carote e un pò di sedano.Una delizia, perchè arrivo giusta giusta fino a giugno.Quest’anno è terminata prima,causa caldo eccessivo della scorsa estate. Anche a me piace fare colazione tutti insieme,ci riusciamo la domenica.A proposito di frutta sprecata,una quindicina di giorni fa, sul Messaggero, posta dei lettori,una signora scriveva di aver trovato derrate alimentari della UE,non scaduti,presso la caritas o mensa dei poveri,ma nei cassonetti! Evidentemente o non c’è la crisi per qualcuno,oppure è stato abituato troppo bene.Un abbraccio affettuoso e una carezza a Perla e un saluto a Ello.Paola

    • accantoalcamino

      @paola, non parlarmi di sprechi che, 3 anni fa, nei cassonetti della famosa “coop” c’erano confezioni intere di merce non ancora scaduta, tra le quali anche del latte per neonati… e non dico altro. Mi piacerebbe che Crozza toccasse l’argomento, con vivo e vibrante disgusto ;-) Bacione.

  • paola

    Vero, Crozza potrebbe toccare questo argomento, che tanti non sono informati. E’ veramente disgustoso. Baci Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: