Lo Chef Giulio Grotto sforna emozioni all’Enoteca De Feo.

Insegna Enoteca De Feo-001

Sono proprio una donna fortunata, vivo in un posto magnifico, svegliata da cinguettii, respiro il profumo dell’erba appena tagliata che si trasformerà in fieno.

A pochi kilometri da casa mia lavora un giovane Chef che, col Giappone nel cuore, è approdato a Cividale, ed è proprio in questa città Longobarda, Patrimonio dell’UNESCO, che Giulio Grotto  realizza il sogno di avere una cucina tutta per lui, trovandola all’ Enoteca De Feo.

Un’antica e rinomata enoteca che non ha mai perso il prestigio, neanche con gli inevitabili passaggi di gestione ma, si sa, Cividale sa mantenere in vita le eredità ricevute dal suo passato…

Il menù è mensile, nel rispetto della stagionalità, immancabile, sempre che il mercato lo permetta, il tonno fresco, verso il quale lo Chef prova un  tangibile affetto, ma ora vado a tavola, il sole, finalmente ha capito che avevo bisogno della sua luce e del suo calore e mi accomodio all’aperto, sulla via Ristori detta anche:

Targa via Ristori-001

Per andare al mercato.

scorcio Via Ristori-001

Mangiare, alzare lo sguardo e vedere questo scorcio non ha prezzo.

Tovagliolo nastro Enoteca De Feo-001

La cura del dettaglio, come tovaglietta la vecchia stampa di una fattura ed anche un tovagliolino di carta diventa raffinato con un nastro di raso.

Pane di Giulio-001

Il Pane di Giulio.

Non c’è coperto senza pane, e che pane!!! Giulio, alla fine ha svelato la ricetta ma sembrava carino prendere carta e penna e così ora arriverà via mail, non vedo l’ora di riproporvela, io ho anche la fortuna di poter conoscere il Signor Giorgio del Molino Cudicio con il quale lo Chef sceglie le miscele adatte alle varie preparazioni.

Crema di piselli con pan brioche e crema di mozzarella di bufala-002

Un inizio ricco di promesse: crema di piselli con pan brioche, crema di mozzarella di bufala e chips di patate.

tagliolini al nero con ragout di gamberi e scampi-001

Tagliolini al nero con ragout di gamberi e scampi (divini).

manzetta bruciata con verdure alla griglia-001

Manzetta bruciata con verdure alla griglia.

Pesca Thai con schiuma di pesche e profumo al lemongrass

Pesca Thai, spuma di pesche e profumo di lemongrass e sorprese.

Le sorprese sono, in fondo al bicchiere una gelatina ottenuta con un’alga, briciole di amaretto fatto da Giulio e zenzero candito.

Fine pasto da De Feo-001

La dolce conclusione.

Alla fine un caffè e un biscottino fatto da Giulio, un’ ulteriore coccola prima di dirigermi verso il Ponte del Diavolo.

targa Ponte del diavolo in friulano-001

Un posto magico dall’ acqua verde smeraldo popolata di trote e piscina naturale per le anatre.

trote e anatra Natisone ponte del diavolo-001

Trote e anatra Natisone.

anatre Natisone sotto ponte del diavolo-001

La leggenda narra che il diavolo promise di costruire il ponte in una notte in cambio dell’anima del primo essere vivente che l’avesse attraversato, si dice che lo fece un gatto nero.

James Joys, che visse anche a Trieste, scrisse un romanzo che, si vocifera, fosse ispirato proprio a quella leggenda: il gatto e il diavolo.

Alla fine il  diavolo si prese cura del gatto, ridandogli dignità e amore e diventando più buono, e così abbiamo anche il lieto fine.

About these ads

20 responses to “Lo Chef Giulio Grotto sforna emozioni all’Enoteca De Feo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...