Carpaccio di Pesche Nettarine e Trota Salmonata Affumicata, in un piatto 2 eccellenze del Friuli Venezia Giulia.

carpaccio trota affumicata pesche nettarine-1

Carpaccio di trota affumicata e pesche nettarine con citronette di lime, olio di semi di vinacciolo e sale nero di Cipro.

Proprio giorni fa scrissi di un’Azienda della zona di Fiumicello, gestita da giovani, che produce marmellate con la propria frutta e dopo qualche giorno mi arriva l’invito a partecipare ad un concorso riservato a foodblogger della Regione, l’ingrediente proposto da utilizzare per la ricetta, dolce o salata che sia è la Pesca, regina incontrastata in questo periodo nella zona di Fiumicello.

Il concorso è aperto anche ai foodblogger extraregionali ma non entreranno nella classifica, è sponsorizzato dal Comune di Fiumicello che, per quelli che vivono qui è il regno della frutta e non solo, anche gli asparagi la fanno da padrone quand’è la stagione.

Molti si spostano volentieri per andare in quella zona a comperare la frutta, lì vicino c’è la Laguna di Grado, meta di vacanza per molti stranieri e anche centro termale di cura (vedi link).

Voi sapete che da fanciulla vivevo a Ronchi dei Legionari, amata e coccolata dalla mia adorata Signora Gisella, noi bambini possedevamo tutti una bicicletta e, finite le scuole, iniziavano le nostre ladresche scorribande fruttate, iniziavamo con le ciliegie, ormai ci conoscevano e i padroni degli alberi chiudevano un occhio e a volte ci dicevano: ocio de no cascar, che se ve fassè mal mi no vegno a ingrumarve!!! (attenti a non cadere e farvi male perchè io non vengo a prendervi)… Nessuno è mai caduto :-D

Noi fanciulle tornavamo a casa sempre adornate con splendidi orecchini rosso ciliegia e, per farci notare, muovevamo la testa con fare elegante.

pesca

Poi arrivava il periodo delle pesche e lì era più semplice perchè si poteva agire indisturbati anche rimanendo in sella, ne prendevamo qualcuna, la infilavamo nella maglietta, una in bocca e via di corsa…

Come dimenticare i “buioi” di pesche col vino nelle sere d’estate e,anche se io ero piccola, non potevo esimermi da festeggiare con i grandi, condivo le mie pesche con zucchero e limone e diventavo maggiorenne in un attimo.

Le pesche col vino, delizia rinfrescante in tutte le sagre dei paesi dell’Isontino e non solo.

Ed è per questo, per questi ricordi che ho deciso di partecipare al concorso, nonostante i vari sassolini che ho nella scarpa, mi piace rimanga qualcosa di me e di questi posti, di questa Regione colpita, aimeh, dallo scandalo Cospalat.

Quello che mi colpisce ancor di più è la complicità di due donne, ed io mi domando: ma queste due donne hanno bambini? Danno loro il latte? Non giustifico nemmeno il presidente ma, si sa, gli uomini hanno altri Punti di vista , gli uomini sono per i bes (soldi) ma una donna che si presti a questo no, questo mi risulta incomprensibile ed inaccettabile.

Questa Regione sta facendo salti mortali per mettersi in evidenza per le sue eccellenze, so di produttori che fanno sacrifici per restare a galla e non mollare e poi, arriva un avido che rimette tutto in discussione e danneggia Aziende ignare che si trovano da un momento all’altro con gli ordini dimezzati, è vergognoso!!!

Io il Montasio continuo a comperarlo e a promuoverlo e spero che questa brutta storia non faccia più danni di quelli previsti e poi una parolina al Sior Fidenato che ha un’attrazione fatale per il mais OGM che, tra parentesi ha seminato poco distante da casa mia dalla quale vedo distese di campi di mais REGOLARE, ma quel mais, mi domando, sarà contaminato?

Dal momento che tutti portano via dall’Italia e dalla Regione le fabbriche per andare all’estero, lo facesse pure lui, vero sior Fidenato? Fine.

donna con gerla di Tiziana Millo1-1

Donna con la Gerla di Tiziana Millo

Ma la parte bella è che la mia Amica Tiziana (compagna di merende) fa spesso mostre in paesi vicini a Fiumicello, i suoi quadri sono straordinari, di sicuro vi ricordate questo che sta in bella mostra al Prosciuttificio Wolf di Sauris, vedete che gira e rigira il bello ed il buono rimangono qui, in Friuli Venezia Giulia?

Ed eccomi qui, con la ricetta che mi è molto cara, perchè l’ho ideata un sera d’estate, di ritorno da una gita a Most na Soči, il post era questo.

Copio-incollo l’introduzione:

Questo abbinamento mi frullava per la testa da un pò, siccome né ello né io amiamo molto il sapore di pesce ho pensato di smorzarlo un pò con le pesche nettarine, quelle dure che si prestano ad essere tagliate con l’affettatrice, per non coprire l’equilibrio di sapori non ho usato l’olio d’oliva ma un olio di semi di vinacciolo e l’ho emulsionato con il succo di lime.

Pesca1-001

Ingredienti:

  • fettine di trota affumicata,
  • fettine di pesca noce,
  • olio di semi di vinacciolo,
  • succo di lime,
  • sale nero di Cipro macinato.

Come fare:

alternare le fettine di trota e pesca, irrorarle con la citronette, far insaporire per 15 minuti e mangiare :-D

carpaccio trota aff. e pesca conchiglia1-1

Si può pubblicare una sola ricetta ma, per chi volesse un’idea per adoperare le pesca in una ricetta salata ecco qui, la ricetta contemplava le pesche nettarine che, da queste parti, si chiamano Pesche Noci, ma io avevo le tabacchiere, provate, se vi va.

Petto di pollo alle pesche tabacchere-001

Petto di pollo alle pesche Tabacchiere.

About these ads

13 responses to “Carpaccio di Pesche Nettarine e Trota Salmonata Affumicata, in un piatto 2 eccellenze del Friuli Venezia Giulia.

  • Alessia Piva

    Splendido piatto! E poi … gli orecchini di ciliegia … che nostalgia … è uno di quei giochi che uniscono le bambine di tutte le generazioni. :-)
    Buon weekend, carissima!

  • Tiziana

    Hai ragione Libera, la nostra regione ha tantissimi prodotti eccellenti, luoghi incantevoli e persone speciali come te che evidenziano tutto ciò con tanto amore e sensibilità. Questi ultimi due vocaboli, alle volte ti procurano sofferenza, ma per favore non cambiare, a noi piaci così come sei.
    Ciao, buona giornata.

  • edvige

    Mi fa piacere che hai deciso diversamente brava un bacione e la ricetta è squisita la trota affumicata mi piace tantissimo e le pesche agro-dolci sono perfette con l’affumicato. Un antipasto sfizioso.
    Ho portato con me l’olio tratto dai semi di zucca un must della regione Stiriana loro sono grandi coltivatori di zucca e producono quest’oglio che è scuro con un sapore particolare che non disturba in alcun modo i piatti ove è presente.
    Ho visto ora che non potevo entrare nel precedente post perchè protetto e scusami se mi sono permessa di commentare nel tuo precedente dei brownies. Cancellalo tu io ovviamente non posso.
    Il Montasio che mi piace tanto non è facile trovare qui quello buono,. In una salumeria-formaggeria di via delle Torri ove hanno prodotti da ognidove solo un pezzetto di qualcosa devi prima aprire un mutuo. Quando vado a Udine raramente acquisto sempre.
    Un abbraccio carissima bacioni e buona serata.
    PS.
    Io sputavo il nocciolo delle ciliege sui cappelli degli uomini che quella volta portavano sempre e quasi tutti e non perdevo un colpo….ahahaha ciaooo

    • accantoalcamino

      @edvige, scusami anche tu se rispondo così in ritardo, non si fa… ho deciso di partecipare perchè penso che, essendo della Regione, è giusto che io partecipi, anche solo un pochino, alla vita sociale. Hai fatto bene a commentare, certi post li privatizzo dopo un pò, tanto c’è sempre chi pensa a divulgarli ;-) Unabbraccio. Ho visto dalle statistiche che il gossip tira :-D
      Bella quela degli ossi di ciliegia sui cappelli,se li portassero ancora lo farei anch’io :-D

  • fausta68

    Un curioso connubio di sapori, da provare….

  • elisabetta

    siiiii, le ciliege x orecchini, le pesche con il vino dalla nonna in campagna!!!E che dire poi della ricettina pesce e pesche, bbbbbuonoooo!!!Un abbraccio finalmente bello caldo salato!!

  • paola

    RIcetta assai accattivante,da provare!Eh sì ogni tanto anche da noi si sente qualche scandalo,ma il latte…io non posso berlo,ma non hanno pensato a quanti,soprattutto bambini,ne fanno uso?Ciliege, uva, pesche anch’io da ragazzina facevo come te,ma qualcuno ci correva dietro con la forca, e dire che era il nonno della mia amica!UN caro saluto e una grattatina a Perla. Ciao cara Libera,Paola

    • accantoalcamino

      @paola, purtroppo il guadagno facile rende l’”uomo” (sempre virgolettato ;-) ) non dico animale, perchè gli animali se fanno “del male” lo fanno per necessità estrema, l’”uomo” lo fa, semplicemente perchè è avido e, lo dico? Cattivo… Un bacione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...