Che ognuno faccia come gli pare.

io s

Dopo 4 nni di blog (+ 1 di riserva) e dopo aver letto, ieri, la riflessione di una famosa food blogger, ho capito che ognuno deve fare come gli pare, tanto, comunque si faccia ci sarà sempre qualcuno scontento o che avrà qualcosa da ridire.

Anch’io ho spesso criticato questo o quello, spesso indispettita da belle foto che deludevano le mie aspettative in fase di esecuzione della ricetta.

Oppure per quella marea di link nella lista degli ingredienti, e oggi questo tartufo è il migliore del mondo e domani sarà un altro, di un’altra Azienda.. E poverino, quello che ti ha mandato il tartufo prima?

Ma poi, mi sono detta e mi dico: ma a me chemmefrega?

Se qualcuno, per avere quella bella tavola di legno per fare le foto, vuole andare con la motosega nel bosco a tagliarsi un tronco per poi piallarselo in cantina, lo faccia.

Se uno vuole comperarsi la reflex per adoperarla nella funzione automatica (che non ci crede nessuno ;-) ) la comperi.

Se uno vuole spendere una fortuna per comperarsi posate d’argento o porcellane di Limoges per la mise en place, lo faccia.

E che c’ importa se le foto hanno lo sfondo scuro o lo sfondo chiaro o sono gialle, sfocate, blu, verdi?

Abbiamo la fortuna, nel web, di non aver l’obbligo di frequenza; non è come a casa che, se non sopporti il vicino, prima o poi ci cozzi contro e sei anche obbligato a fargli un sorriso di plastica.

Qui si taglia, io lo faccio, qualcosa mi infastidisce? Taglio, senza dare spiegazioni, qui non servono, qui tutti sono sostituibili, se non sei tu, c’è un altro.

Qui nascono amicizie, non dico come i funghi perchè quest’anno non ce ne sono molti :-D , ma basta andare a fare un commento o scrivere: che bel blog, passa da me se ti va che, come per magia, nasce un’ amicizia.

Mi viene in mente proprio la foodblogger della riflessione: l’anno scorso c’è stato il contest della POMÍ, contavano i voti su fb, io non ero iscritta e, lo sapete, ho vinto, beh, lei aveva più di 1000 “amici”, ha chiesto, giustamente, di essere votata ma è partita con 18 voti ed è arrivata con 18 voti…. Riflessione: allora a cosa servono i “follower”, gli “amici”, i “mi piace” sulla pagina se, quando hai bisogno di un aiutino spariscono tutti?

Personalmente non credo nell’amicizia tra foodblogger, ci sono troppi conflitti d’interesse e, diciamolo, anche molta invidia…

Ognuno di noi ha le proprie possibilità, i propri gusti e le proprie ambizioni ed è giusto che ognuno vada la propria strada.

Vi auguro una splendida domenica, la mia lo sarà, stamattina ho un corso di cucina all’aperto tenuto, nientepopòdimenochè dai miei 2 chef preferiti: Emanuele Scarello e Raffaello Mazzolini (l’uomo che sussurrava ai cjarsons), pomeriggio gnocchi a gogò.

VVTTB Vi voglio tanto tanto bene, siete speciali ♥ Sto scherzando neh, non è il mio stile.

About these ads

33 responses to “Che ognuno faccia come gli pare.

  • Almerindo Santucci

    al solito…Sei Unica! un abbraccione!

  • Rossella

    Ci vuole leggerezza per vivere la blogsfera, non c’è alternativa,che non è un menefreghismo generico è un’affermazione di sé semplicemente.
    Per i corsi mi fai una sana invidia e ti sono grata che tu le faccia perchè così arriva qualcosa anche a me…. questo livello di invidia penso sia tollerato. Un abbraccione !

    • accantoalcamino

      @Rossella, hai ragione e sono felice di aver raggiunto la pace virtuale :-D
      Oggi ricette con le pere, c’è una sagra qui vicino, una sagra molto antica. Ho tante ricette da condividere ma, vedrai, quest’inverno ci do dentro :-) Un bacio.

  • mamyros

    Non serve ripetertelo, te lo avevo già detto.
    Buona domenica e buon lavoro anche a te
    Mandi

  • ilmiosguardo

    Non è possibile piacere a tutti e non è nemmeno giusto se teniamo alla nostra unicità e preziosità.
    Indi per cui, cara Libera, come ti avevo già accennato, fa quello che ti fa stare bene, e poi …non ti curar di loro e guarda e passa :)

    Che sia una bella domenica quindi
    con un sorriso grande :)

    • accantoalcamino

      @ilmiosguardo, ciao, questa volta non parlavo per me ma in generale, facevo una riflessione/specchio dopo aver letto un post. Io, come ho scritto a Rossella, ho trovato la pace virtuale, ormai ho scelto in che direzione andare, sia col blog, che nella vita, posso dire di star bene. Comunque ho avuto la conferma che, qualsiasi cosa io scriva, anche se è la stessa che scrivono gli altri, ha sempre, da parte di chi legge due pesi e due misure, Evidentemente in me c’è qualcosa che non va, che non piace e che non viene compreso; e dire che mi sembra di scrivere e parlare un italiano corretto e comprensibile… Bacio e buona domenica :-)
      Non faccio la vittima è semplicemente un dato di fatto, riscontrato e riscontrato più volte in tutto il corso della vita, sin da bambina ;-)

  • edvige

    Devo dire che hai centrato molto anche nel mio modo di vedere sul tipo vivi e lascia vivere. Se non sono maleducati o scurrili od anonimi non taglio niente rispondo con gentilezza ma rimando al mittente e voglio che tutti vedano perchè la curiosità di chi passa è grande.
    Personalmente non metto pubblicità di nessun genere che gratuito ne da quello che mi offorno pagamenti,. Mi chiedono spesso di pubblicare questo o quello allaciandomi ai loro siti ma io PIKKE non sento di quell’orecchio.Odio i link che sono negli ingredienti delle ricette che sono anche troppi o tutti se gli ingredienti sono pochi. Il link per il piatto la posata…capisco che forse facendo così possono avere qualcosa che altrimenti non possono permettersi ma come dici ognuno la sua scelta e non sono io a giudicare al caso posso non passa più di là….
    Io vedo quante volte il post è stato linkato non solo dal commento e mi fa piacere che forse a qualcuno sono stata utile.
    Non partecipo a gare o altro non mi piacciono perchè non voglio essere obbligata a fare nulla io voglio essere LIBERA come il tuo nome.
    Sono contenta quando hai certe soddisfazioni che meriti tutte come i POMI. Brava per uanto fai e sono contenta per la bella giornata che trascorrerai oggi sicuramente meglio della mia che devo mettere in ordine un caosssss domani ho operai in casa non da me chiamati ma per la caldaia condominiale + termosifoni.
    Goditi la giornata.
    Un abbraccio e buona domenica.
    PS.
    Guarda che anche tu sei chef quindi oggi tre chef.

    • accantoalcamino

      @edvige, in fondo questo argomento è trito e ritrito ed è per questo che ho deciso di fare come mi pare e di farmi gli affari miei, quello che non mi piace, via, e se qualcuno si offende, pace, mi hanno offesa così tante volte che prima di andar pari ce ne vorrebbe ma non ho tanto tempo da perdere. Che bella la sagra, tra poco andiamo a gnoccare. Un basin e no stancarte :-P

  • lella

    Un bacio da Sant’Alberto (se vai a vedere sul sito adesso c’e’ anche Briko), nel blog (di cui pero’, preciso, non ho esperienza diretta) come nella vita, le cose sono complesse; a mio parere le pinze per relativizzare sono molto utili. Forse verro’ a Sistiana in ottobre, con gli omaggi che Achille ha preparato per te (qualche kg di riso, anzi di risi che hanno caratteristiche diverse, anche questa e’ una cosa complicata, forse ci vorranno spiegazioni scritte!) . Ti faccio sapere. Anche io TVTTB. Lella

  • ili6

    Qui come nel reale. Sul lavoro, ad esempio, accadono le stesse cose, ma alla fine si impara a conviverci. Ci sarà sempre chi non sarà d’accordo con te, chi ti criticherà, chi ti abbandonerà nonostante la tua correttezza e ci sarà sempre di chi ti stancherai e chi avrai tu magari offeso inconsapevolmente e involontariamente. E’ così in ogni dove.
    Concordo sull’importanza di vivere il web all’insegna della leggerezza. Se deve divenire un peso, un motivo di rabbia, beh…meglio lasciar perdere che già la vita ci pensa da sè a regalarti ‘ste cose. Se invece il web diviene fonte di arricchimento, di scambio, di sano, semplice e piacevole divertimento, di serena compagnia, che sia il benvenuto.
    Siamo tutti sostituibili qui,(qui e nel reale, oserei dire), vero, ma anche vero che non siamo immuni dagli affetti e quindi dal dispiacere per le cose spiacevoli che nel cammino possono accadere.
    Pensiamo alle piacevolezze, su! Felice domenica e buona abbuffata di gnocchi :-)

    p.s. Bella foto: mi piace/i

    • accantoalcamino

      @ili6, saggia e gradevole come sempre, per niente sei la mia maestra preferita e, se tornerò bambina, te l’ho già detto, sarò una tua alunna, suona come una minaccia :-D
      Anche a me piace la foto, l’ho fatta pochi giorni fa, mi sentivo molto “gnocca” :-D

  • dauly

    sai come la penso, assoluta libertà di essere come si vuole, basta non far male agli altri!
    e poi il blog come casa mia lo arredo e lo gestisco come voglio, ci mancherebbe!
    parliamo di cose più importanti, stai benissimo con quel taglio, molto molto chic!!

    • accantoalcamino

      @dauly, hai ragione, parliamo di cose importanti, per esempio che mi fa un sacco piacere rileggerti e sono felice per l’invito di Teresa, ti abbraccio ed ora rimani qui che c’è da divertirsi :-D

  • pausagolosa

    Libera mi hai fatto sorridere con questo post. Non so a chi sia rivolto ma credo non sia una questione di invidia tra foodblogger, è una questione di testa e mentalità. Moltissime cercano un “riscatto sociale” altre cercano notorietà, altre come te hanno la vera passione, altre non sanno cosa sia una VERA PASSIONE. E’ il contenuto e la qualità e tu cara mia ne hai da vendere. Cmq la passata Pomi’ te la lascio tutta, bleah….Buona domenica

    • accantoalcamino

      @pausagolosa, ciao, non è rivolto a nessuno, semplicemente ho letto un post ieri che, se l’avessi scritto io sarebbe nato il finimondo ;-) Non ce l’ho con nessuno, ho un sacco di soddisfazioni col blog,nella vita, con la mia micia e con voi che mi seguite pazienti… La passata POMI a me piace un sacco, sarà perchè mi piace l’Azienda? Un baseto bel :-D

  • fabiglutenfree

    mi sono riletta almeno tre volte il tuo post – come vedi ti leggo spesso e con piacere – che dire? L’argomento food – perchè dire cibo non è così fashion – tira e quindi si tira dietro anche piatti, piattini, vasi, vasetti, vasettini, cucchiai, cucchiaini, vassoi, tavoli, padelle, pentole…per tacere dei tovagliati. C’è chi ha scritto e non una volta più e più volte frasi del tipo “se non sai fotografare un piatto, non pubblicare, etc. etc. etc.”…Mah…io penso che un piatto vada cucinato prima di essere fotografato…che sia più importante il contenuto del contenitore…questo non solo per il food, per la vita.
    Forse è questo che mi rende molto atipica…ma non sono una foodblogger ;-) sono altro – per fortuna e purtroppo.
    Credo che al mondo ci sia spazio per tutti, ma è il voler imporre uno stile, un modo di essere che è spiacevole.
    Però essere se stessi nel web non paga, pochi contatti, pochi clicks, poca crescita…sempre se si segue la logica di cui sopra…
    Se la logica è quella base, quella per cui nacque il blog, ovvero gestire un diario, uno spazio proprio, di cui essere administrator unico, le regole le fa l’administrator e nessun altro, punto.
    Il confine tra la critica fine a se stessa e lo spetteguless è più labile della vita di un tartufo ;-)
    Ripeto…ognuno è libero di fare quello che vuole, di chiedere a destra e a manca mi piace per far gran cassa su Fb, di pubblicizzare anche la cera per pavimenti se porta clicks alla ricetta del brodo della nonna, di farne di ogni…ma anche no!
    E quelli dell’anche no vanno rispettati allo stesso modo…lo ribadisco perchè ovviamente non è così.
    A me piace venirti a leggere quando parli di cucina, di vita, di quello che hai dentro…la tua ricchezza si riflette nei piatti, ma non è solo in quelli, è altrove.
    Si diventa amici sul web o sui social? Sì…sempre in relazione a quello che si vuole trovare…dipende se cerchi lustrini o pensieri, insomma…
    Tiro le redini che altrimenti parto per voli pindarici…
    Buona cucina e soprattutto continua ad essere la persona che sei, meravigliosa, a tratti rustica come le splendide montagne della tua terra, delicatissima come la natura che ami in tutte le sue varie espressioni.
    Un abbraccio

  • Fabio

    Saremo fortunati, ma noi col tempo, di amicizie ne abbiamo. Parlo di quelle vere, quelle fatte di appoggio nei momenti di difficoltà, di risate e di incontri appena possibile. Poi è chiaro che non con tutti può nascere un’amicizia vera, non con tutti si va d’accordo. Come nella vita reale.

  • paola

    Cara Libera in tutti i lavori ,purtroppo,ci sono invidie e cattiverie. Anche nel mondo della scuola, dove dovremmo essere educatrici e aiutarci a vicenda…E invece ognuno fa il suo,qualcuno assieme ma poi ha il coraggio di farti la romanzina a te che non hai rotto le scatole a nessuno! Continua a fare ciò che più ti piace,e gli altri cosa vuoi aprono la bocca perchè devono farci entrare aria,non per altro(ma non tutti sono così). Spero tu abbia trascorso una bella domenica, a differenza del mio lunedì,dove non so in che classe andrò ad insegnare (che delusione…)e ti mando un carissimo saluto e una carezza a Perla. Affettuosamente Paola

    • accantoalcamino

      @paola, ciao carissima, facevo un discorso in generale, non mi riferivo a nulla di personale, ci sono persone che la fanno sempre franca pur comportandosi male per me questo è inaccettabile ;-)
      Domenica stupenda e lunedì straordinario, cosa volere di più?

  • Terry

    Sante parole!!!:.. e con questo ho detto tutto!!! :)
    baseti!

  • Lo

    uèèèèèèè guarda che io ho la reflex e la uso in auto…ma credo che si veda terribilmente…però devo fare un corso fotografico con la mia gnoma…qualcosa capirò…forse! Io incontro belle persone e altre insignificanti…nella vita e nella blogosfera….le prime me le tengo strette, le secondo apro le mani e le faccio volare via baciotto

    • accantoalcamino

      @Lo, io intendo chi dice di usarla in automatico e poi vedi diero le sfumature, o usi programmi o in automatico quegli effetti non li hai ;-) Io non compero la reflex proprio perchè temo di non essere all’altezza di capirne il funzionmameto e poi, mi piace così tanto fotografare che non farei più altro :-D
      Saiinsignificanti sarebbe il meno, spesso sono cattive ed i cattivi, anche se gli ignori, ti entrano nella vita comunque,come la sabia nelle scarpe… Un bacio con schiocco.

  • tavolopen

    Anche noi ti vogliamo bene! Brava!

  • Barbara

    Ciao Libera, è da tanto che non postavo ricette e/o commenti. Oggi ho ripreso un po’ in mano il blog e sono imbattuta in questo post. Beh, ti dirò che proprio perché mi sono un po’ “rotta” di “dover” pubblicare un giorno sì e un giorno sì una ricetta o un commento su qualche blog, ho voluto prendermi una luuuunga vacanza da questo mondo, diciamocelo, molto autoreferenziale e gastrofighetto. A me piace cucinare per gli amici, per marito e famiglia…il blog? un esperimento che piace forse più ai miei amici che finalmente trovano la ricetta già bella e pronta. Ma dopo 10 mesi, come te, mi sono detta: “ma a me chemmefrega?” (cit.) … quello che facciamo deve piacere a noi, mica agli altri. Fortunatamente esiste il libero arbitrio e se a qualcuno non piaccio può sempre cliccare da un’altra parte…e così ieri sera ero di nuovo alle prese con cavalletto, macchina fotografica (reflex in mod. manuale, ovviamente) e un bell’arrosto, La foto? non mi piace, luce orrenda, ma sapessi com’era buono!!! Alla faccia dell’estetica e delle invidie :)
    A presto! Barbara

    • accantoalcamino

      @Barbara, ciao, scusa se ti rispondo solo ora, sono passata da te poco fa ed ho letto di Zoe, non sono riuscita a commentare e ti ho mandato una mail. Ti abbraccio e ti auguro una serena Pasqua <3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...