A Natale mi faccio un Toast, col merluzzo… Quando uno è Genio.

Emanuele intrattiene e Anna distribuisce il timo-001

Oggi non parlerò dello Chef, parlerò del Genio e del Toast Geniale che ha preparato per noi, alunne diligenti ed attente, questo toast vi lascerà senza parole ma con una gran voglia di rifarlo a casa, quanto prima, magari proprio in occasione delle imminenti Festività Natalizie.

Va da se che il merluzzo debba essere freschissimo, può essere sostituito anche con gamberi, il Genio consiglia di non comperare quelli pregiati, dal momento che poi verranno tritati.

Per noi Triestini va ben anche i moli, che podemo trovar in tute le pescherie a bon prezzo (io li ho ordinati per la prossima settimana).

Per i più raffinati sono perfette le cappesante, ma anche per i triestini le va ben ;-) ma desso ‘ndemo vanti col brum.

Toast di merluzzo pronto-001

Ingredienti, quantità a piacere:

  • fette di pancarrè private della crosta e tagliate a metà nel senso dello spessore,
  • merluzzo CRUDO o le varianti, CRUDE, indicate sopra, tritate a coltello,
  • sale,
  • pepe,
  • timo,
  • burro per la padella,
  • maionese per accompagnare.

collage Preparazione toast merluzzo-001

Per ingrandire, cliccare sul collage.

Come fare il Toast:

privare il pancarrè dalla crosta e tagliarlo a fette sottili, tritare a coltello il merluzzo o ciò che avete scelto, condire con pepe e sale ed amalgamare bene per far insaporire.

Stendere una parte di composto sul pane, schiacciandolo con una spatola, aromatizzare con foglioline di timo e chiudere con l’altro pane e premere per livellare.

Tagliare il toast in 3 parti se è grande, come in questo caso, se volete una preparazione più sciccosa potete ricavare forme diverse con dei coppapasta ma, secondo il Genio, questa preparazione deve mantenere la sua naturale e raffinata rusticità.

Scaldare una padella antiaderente o di ghisa e sciogliere una noce di burro, sì, avete capito bene: BURRO (se lo dice il Genio ;-) ) e rosolare i toasts, girandoli più volte per uniformare la doratura.

Per fare entrare il calore schiacciare delicatamente con la mano (vedi Genio), quando i toasts avranno assunto una colorazione golosa ed irresistibile appoggiarli belli caldi sui piatti e lasciateli soli a godersi l’ottima compagnia di un ciuffo di maionese che, se fatta da voi sarà quello che Crozza/Briatore chiama “il sciognio”.

Decorazione Natalizia Agli Amici di Godia-001

Il Natale Agli Amici di Godia.

Bene, per oggi è tutto, voglio solo precisare che, quando nomino il Genio, non parlo di me, Mandi Friul ma non solo:

saggezza triestina-002

La Trieste che me piasi a mi.

P.S.: se mi scrivete che questa è “complicata” vengo ad aspettarvi sotto casa :-D

About these ads

19 responses to “A Natale mi faccio un Toast, col merluzzo… Quando uno è Genio.

  • quarchedundepegi

    Credevo avessi escluso la possibilità di comunicare con te.
    Sono contento di constatare che hai cambiati idea.
    Un abbraccio.
    Quarc

  • edvige

    Sono contenta chen si possa ridialogare. Ottimo questo piatto ma purtroppo pesce crudo anche appena pescato quando lo pescavamo noi non ci piace…provato tutto crudo ma niente da fare. Grazie cara un abbraccio e buona giornata. Baseto

    • accantoalcamino

      @edvige, neanche a me pice/va il pesce crudo e nemmeno cotto se sa troppo di pesce. Comunque in questo toast il pane è talmente sottile che quello che c’è dentro, alla fine, risulta cotto.
      Ma non insisto, ti mando un bacino :-)

  • fiammisday

    Lo voglio fare anch’io…………….

  • provare per gustare

    ciao libera..
    mi piacerebbe passare da tutti i blog che seguo… ma credimi mi e davvero difficile passare da tutti…anche perchè ci sa una vita reale da vivere , no con questo bisogna fregarsene del blog e degli altri blogger .. a me dispoiace davvero molto non poter seguire tutti come vorrei ma la vita e vita…ci sono moltissimi che non passano più dal mio blog forse xche non lascio commenti sui suoi blog questo non lo so… ma anche se non ho più
    quei numeri di commenti come diverso tempo fa io posto ugualmente le mie ricette perchè e il mio blog e mi accontento di chi lascia un segno anche se sono due…
    cmq i toast di merluzzo mi mancavano :)
    lia

    • accantoalcamino

      @provare per gustare, hai perfettamente ragione, se non si va ingiro a commentare il blog diventa “orfano” ma non è detto che i commenti determinino la qualità di un blog, lo vedo io, dalle visite e dagli inviti e… dalle vittorie ai contest, hoappena ricevuto la email che ho vinto il contest dei salumi ISIT e dire che mi ero rifiutata di inviare le visite ;-) e dire che non sono su fb e che devo fare i conti col mio caratterino… Come dici tu, ci sono delle priorità e se per noi il blog è un hobbie e non necessariamente un mezzo per socializzare, anche 1 commento solo va bene. Buon fine settimana e, le tue ricette sono sempre speciali, sanno di casa, di affetto e di cose buone. Ciao.

  • Tiziana

    Altro giro, altra corsa…..altra delizia!!!! Anche questa è una ricettina semplice e molto particolare,mi piace anche il fatto che alla fine il pesce
    non sarà del tutto crudo.

    • accantoalcamino

      @Tiziana, infatti, alla fine il pesce non è crudo, altrimenti non avrei potuto nemmeno assaggiarlo ma, come sai, Scarello le cose le sa fare e le fa bene e, le insegna bene. Un giorno andiamo a mangiare Agli Amici ;-)

  • fausta68

    Evviva!!!! Ci sei di nuovo (cioè tu c’eri anche prima ma non ti si poteva dire nulla): questi toast li farò domani perché mi hanno incantato!!! Semplici e gustosi! Grazie, un abbraccio, Libera!!!!

    • accantoalcamino

      @fausta68, si, ci sono di nuovo, per carattere devo “metabolizzare” le “incazzature”, una cosa è certa, da me non verranno più a rompere e sputare sentenze, lo facciano nei loro blog ;-) Bon fine settimana.

  • Sabrina

    O che bon ! Geniale davvero. Io opto per i gamberi, questo toast mi ispira assai :-) Baci

  • mamyros

    Occhebrava, finalmente i nostri commenti !
    Senza mi sentivo in castigo.
    Buona domenica amica mia, un grandissimo bacione.
    Mandi

  • ili6

    una variante che preparo in estate è con i gamberi crudi ma lasciati marinare in olio aromatizzato e limone per mezza giornata. Senza friggere il pancarrè. Questa è la versione calda ed è assolutamente da provare.Niente uovo o collante per evitare che Il toast si apra durante la frittura? bello. Sicuramente il gioco lo fanno le fettine molto sottili.
    Buona serata, Libera, un sorriso per te :-)

    • accantoalcamino

      @ili6, ciao, non si apre, garantito, eppoi non è fritto ma solo colorato, proprio per evitare una cottura eccessiva del ripieno. da provare la tua versione marinata, adopererò lo zenzero che è meno acido del limone. Buona settimana entrante :-)

  • paola

    Ciao cara Libera felice di ritrovarti,anche se ti seguivo su Pinterest,con una buona idea per Natale. Ti avvolgo in un abbraccio caldo e tenero .Affettuosamente Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: