L’Epifanìa tutte le Feste porta(va) via…

befana

Immagine presa da qui

La befana vien di notte, con le scarpe tutte rotte, col capel alla romana, viva viva la befana.

Questa è l’unica filastrocca che ricordo inerente a questa festa, nel web troverete un’infinità di varianti, io ho consultato una vecchia enciclopedia di ello datata 1960 ed ho trovato queste definizioni per l’Epifania (dal greco manifestazione):

solennità religiosa della Chiesa cattolica che ricorre il 6 gennaioper ricordare la visita dei re Magi a Betlemme.

L’origine di questa festa risale al II-III secolo d.C.; di provenienza orientale, essa si generalizzò in tutto il mondo cristiano solo nel IV sec., ma nel significato storico-culturale con epifanìa si indicava alle origini, il manifestarsi di una divinità tra gli uomini mediante un qualsiasi segno, oppure per mezzo di un sogno, di una visione, ecc.

Così si riferiscono epifanìe di varie divinità del mondo greco-romano (es. Zeus a Pergamo; Artemide ed Efeso, ecc.) e tra gli ebrei l’epifanìa di Jahvè.

Nel particolare significato del greco parousia (venuta), con epifanìa si indicò anche il ritorno di una divinità dopo un periodo di assenza.

Ed ora la definizione di Befana, che è quella che mi è più familiare:

personaggio fantastico (corruzione di Epifanìa) che sotto le spoglie di una vecchietta sdentata e sorridente, la notte del 6 gennaio, premia con regali i bambini buoni, arrivando dalla cappa del camino (io aggiungo: a quelli “cattivi” portava carbone che, per non deluderli del tutto era .

L’uso del regalo per la befana è antichissimo e rappresenta probabilmente la sopravvivenza di qualche rito magico pagano associatosi con la festa cristiana dell’Epifanìa e la tradizione dei regali portati dai re Magi a Gesù.

SprinkleBakes Sprinkle Bakes Coal Candy-2

Foto presa da questo sito, nel quale troverete anche la ricetta.

Io non ho gran memoria della festa della befana, a Trieste era San Nicolò a regalare la magia a grandi e piccini, l’atmosfera della festa iniziava con la fiera, il profumo dello zucchero filato, i vari San Nicolò  all’entrata dei negozi con i quali farsi la foto ricordo (ne ho parlato poco fa, io avevo un orribile cappottino rosso già usato da non so chi).

Per la befana si aggiungevano i re Magi nel presepe, le ultime statuette conservate tutto l’anno nell’”ovatta” (cotone idrofilo) ed avvolte nel giornale, allora erano di gesso e molto delicate.

Non rammento nessuna calza, il carbone era soltanto simbolico: la befana te porterà carbòn!

La befana significava l’addio alle vacanze, il ritorno ai banchi di scuola, si preparava la cartella, si controllavano i compiti e si andava a dormire un pò malinconici.

I doni, in questi giorni ho riflettuto sui doni, da quando bazzico il web i “doni” e gli “incontri”mi hanno portato sfortuna; quando ho spedito doni o ricevuto doni, inevitabilmente ed inspiegabilmente l’”amicizia”è andata lentamente scemando.

La stessa cosa è successa con gli “incontri”, puff, come bolle di sapone, più nulla, ed è per questo che, per conservare intatta l’affinità che ancora ho con qualcuno, niente materializzazione della conoscenza.

Il web ti porta ad idealizzare, a vedere spesso quello che non c’è o quello che vorresti vedere, in ambedue i casi.

Non ho propositi per il nuovo anno ma niente doni, né da fare né ricevere, nessun incontro e, soprattutto, non prendere a cuore nessuna situazione, mi è bastata l’ultima…

Augurarvi Buona Befana mi sembra irrispettoso, vi auguro una bella settimana, domani ritorno in cucina.

About these ads

31 responses to “L’Epifanìa tutte le Feste porta(va) via…

  • fausta68

    Buona Epifania…da una Befana :-D

  • Tiziana

    La befana è anche una gran lavoratrice…… perciò, buona befana. :-)

  • edvige

    Si la Befana a Trieste era la Befana dei vigili se ricordi i vigli urbani quando dirigevano il traffico (ero piccola) erano contornati da panettoni….era il loro giorno senza andare ancora più indietro dove si chiamava ..Befana fas….a. Io ti dico buona giornata e buon proseguimento nel 2014. Baseto

  • mamyros

    Ciao biele frute, dut ben ? Ormai lis fiestis a son ladis, si viodarin.
    Une busciade
    Mandi

  • fabiglutenfree

    La Befana è sempre stata la mia festa preferita, tutti han sempre detto brutta Befana, ma in realtà lei è stata ed è bellissima, è solo in incognito, perchè è più importante vedere il cuore…capisco che non tutti capiscano ;-)
    Dei doni e degli incontri…capisco ciò che dici. Torniamo al discorso di prima, mica è roba da tutti vedere il cuore.
    Sono stata fortunata però negli incontri, perchè molte delle amicizie virtuali sono diventate reali e lo sono ancora.
    Un abbraccio carissima amica virtuale, perchè per me sei così <3

    • accantoalcamino

      @fabiglutenfree, credo di esere io il “problema” non piaccio alle persone, non sono mai piaciuta, non so ancora il perchè, non mi sembra di essere così “orribile”, ma forse lo capisco, diciamo che se non nascevo era meglio ;-) Ciao.

  • emanuela

    Allora niente “Buona Befana” ma sicuramente si “Buon anno”! :)
    Un abbraccio!

  • popof1955

    Mannaggia alla Befana, per il secondo anno consecutivo mi ma portato il raffreddore, il carbone di zucchero non scalda ;)

  • Terry

    Ciao tesoro… Io per questa epifania ho spulciato tradizioni straniere… Visto che qui in Italia abbiamo solo la vecchietta con il carbone (l’anno scorso provai a farlo ma mi sa che cannai in qualche passaggio… Credo di averlo mescolato dopo l’aggiunta dell’albume montato allo sciroppo e lí è andato “a remengo”)
    Tanti bacini dolcezza

    • accantoalcamino

      @Terry, già, meno male che io sono accantoalcamino e di carbone ho sempre bisogno ;-) Io non l’ho mai fatto, non è che mi attiri molto, è scenografico ma non lo mangerei, meglio che l’abbia cannato ;-)

  • Giulio Grotto

    Ciao cara ;) Buona Befana hihihih ti sono arrivati gli auguri???? Bacioni

  • cucinaincontroluce

    Ciao coccolissima signora, sono appena ritornata ed è un piacere rileggerti! Un abbraccio forte forte “da staccarti le guanciotte” (come dice una mia simpaticissima amica)!

  • accantoalcamino

    @cuicnaincontroluce, beh, sul “coccolissima signora” avrei da obiettare :-D Ricambio l’abbraccio ma le guance te le lascio intonse, così i tuoi cari potrano riempirle di baci ♡

  • ili6

    Che la befana tutte le feste porta via è proprio vero, uff :-( però alla lunga ci si scoccia un po’ a star sempre in casa…
    Di calze appese ai camini ne ricordo poche e ne ho anche regalato poche, che tra i Defunti, S Lucia,Babbo Natale e la befana…i in appena due mesi è un vero salasso economico. Ci manca solo che istituiscono la festa del padrino di Gesù Bambino e siamo fritti!
    Comunque ieri a scuola abbiamo parlato della befana: carina, simpatica, istruita, elegante, gira su un razzo a propulsione, lascia i doni sulle porte d’ingresso, che la fuliggine fa male (e i caminetti mica ci sono in tutte le case…) e porta regali a tutti i bambini, anche ai monelli che troppo monelli non sono poi mai. Ci siamo aggiornati!!! Dovevi vedere i disegni che i bambini hanno fatto della befana: tacchi, unghie laccate e cappellino con piumette. Il sacco?? ma noooooo! Zainetto con tanto di logo :-)

    • accantoalcamino

      @ili6, beh, dovrò aggiornarmi anch’io, anche se, mi conosci, iosono più portata per le cose “vecchie” ;-) Un abbraccio da quassù, oggi con un pallido sole ma che scalda il cuore :-)

  • unpodimondo

    Dalle mie parti non abbiamo mai avuto ne’ San Niccolò e nemmeno Santa Lucia, quindi per i miei nonni e per i miei genitori c’era soltanto la Befana che portava i doni. Babbo Natale è arrivato solo negli anni ’60, più o meno con la mia generazione… o giù di lì…

  • paola

    Ciao carissima, rispondo in ritardo.Come te anch’io so quella filastrocca della Befana, solo che la “mia” dice con “i vestiti” alla romana.Va beh, non cambia nulla. Pensa io faccio parte del Beffy club, e portiamo doni ai bambini ricoverati in pediatria, passiamo poi per la neonatologia.Il 5 distribuiamo calzette ai bimbi in piazza; poi chi è libera(io insegno per cui impossibilitata) si va a far visita ai ragazzi del CAMP(disabili, e con qualche ritardo “mentale”-che brutta parola)dove con canti e racconti nostri e loro si trascorre la mattinata. Un’altra mattinata è dedicata alla scuola, però, però solo ad una classe, e questo mi dispiace. Ma il capo-Befana(Befanon) ha deciso così.Io in quella scuola lì non insegno,sono in un piccolo plesso,però la Befana è passata lo stesso.Un abbraccio fantastica Libera.Paola

    • accantoalcamino

      @paola, ho letto più versioni ma, si sa, queste sono le filastrocche che uniscono l’Italia, da nord a sud, cambia una parola e la filastrocca cambia paese. Tu sei fantastica ma, d’altronde, chi come te (Ili6 anche insegna con la stessa passione) è insegnante è portata all’altruismo e alla generosità, così dovrebbe essere no? :-) Bacione.

  • paola

    E’ vero, ma spesso le persone manca l’umiltà!Ricambio bacione Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: