Domenica 27 aprile 2014.

Fiore bianco             

Ero indecisa se scrivere o meno queste righe,  non ho mai avuto un buon rapporto con la Chiesa, questo l’ho ripetuto più volte, il periodo dai 7 ai 10 anni in orfanotrofio con le suore alla Casa della Fanciulla di Via dell’Istria a Trieste, mi ha segnata duramente ed ha, senza dubbio, influito a farmi diventare l’orribile persona che sono oggi.

Erano gli anni della crescita più importanti, quelli nei quali, se non hai genitori, giri lo sguardo a destra e a manca per trovare un esempio da seguire.

Cerchi in tutti i modi di attirare l’attenzione su di te, alla ricerca di una carezza, un abbraccio, una parola di comprensione, in fondo sei ancora una bambina, con un destino che non hai cercato e una solitudine che non vorresti e non conosci ma che è già scritta, le suore dovrebbero capirle queste cose no?

Ecco perchè mi sono allontanata dalla chiesa, da Dio e dalla fede che, a volte, mi avrebbero aiutata a superare le difficoltà; avere fede non significa essere bigotti, ne ho conosciuti e ne conosco ancora di bigotti, sono peggio di me, ve l’assicuro…

Ormai è tardi, in novembre compirò 60 anni e, come si dice dalle nostre parti: ormai la mucca xe scampada de la stala ma, da quando quella sera, è apparso al balcone  Papa Francesco, si è svegliato in me un sentimento nuovo, non dico la fede, quella ormai è irraggiungibile,  ma ascoltarlo mi piace, mi fa bene al cuore e mi diverte anche, è un uomo simpatico, ironico, è esattamente l’uomo che ci vuole per riportare alla ragione ed al buon senso certe teste matte.

É un uomo coraggioso si, ci vuole coraggio a fare come fa lui, forse l’avrebbero fatto anche gli altri ma non credo sia stato facile per loro; il fatto che Papa Francesco preferisca mangiare alla mensa e comperarsi il caffè alle macchinette automatiche la dice lunga .

Io amo le persone coraggiose, quelle che ci mettono la faccia saltando a piè pari oltre l’ostacolo e Papa Francesco, pur con l’età ed il peso di una vita di sacrifici, salta altissimo, tanto alto da far invidia ad un olimpionico.

A Natale mangia con i senza tetto, paga ciò che consuma, telefona alle persone che sa avere bisogno di una sua parola (mi sa che lo chiamo anch’io, prima o poi), chiama a Messa i politici alle 7 di mattina, spesso, nelle sue omelie manda loro dei messaggi che di subliminale non hanno nulla.

Oggi due Papi viventi, santificheranno altri due Papi che hanno lasciato il segno nella storia e nel cuore delle persone: papa Giovanni è mancato proprio mentre ero in orfanotrofio, lo ricordo bene e ricordo anche la (finta?) disperazione delle mie “suorine”…

Questo è un giorno che rimarrà nella storia, chissà se l’emozione condivisa servirà ad unire?

Buona domenica speciale e perdonate questo piccolo sfogo.

About these ads

44 responses to “Domenica 27 aprile 2014.

  • Monique

    La fede mi è sempre sembrato un affare se non privato di sicuro molto personale, quindi non ci sono teoremi o vie prestabilite, ognuno ha il suo percorso. Penso che sia insito in ogni uomo un anelito a qualcosa che sta “oltre” e poi credo che tanto dipenda dalle esperienze e dagli incontri che si fanno nella vita, ma in ogni caso mi sembra fondamentale non confondere Dio con la Chiesa o i cristiani, che spesso ne trasmettono solo un’immagine sbiadita, quando non addirittura sbagliata.
    Papa Francesco ha tutta la mia stima e simpatia, mi fa respirare un’aria diversa, nuova, che sa di libertà, gioia e misericordia.
    Bello il fiore della foto!

    • accantoalcamino

      @Monique, un abbraccio prima di tutto e grazie, oggi ho pubblicato la ricetta della pinza che ti avevo inviato, con tutte le spiegazioni. Mi ero un po’ pentita del post di ieri ma, visti i commenti, senza toni polemici e acidi, come spesso succede nel trattare argomenti delicati come questo, mi sono ricreduta. Una riflessione, utile alla mia “crescita” (non ridere :-D ) e al miglioramento della mia vita anche se sono consapevole che il mio rapporto con l’essere umano è ormai irrimediabilmente compromesso. Bacio <3

  • mamyros

    E’ un problema molto profondo e sono la persona meno adatta ad aprire una discussione con te.
    Sono d’accordo con te su quello che dici a proposito di Papa Francesco.
    Oggi è una grande giornata, 2 papa in vita che proclamano la santificazione di due pontefici che non ci sono più.
    Sono convinta che in cuor tuo la fede non ti è mai mancata, l’hai solo riposta in un angolino e ti rimasta esposta la scorza dura che ti ha aiutata ad andare avanti.
    Un grande abbraccio e un bacione sentito amica mia.
    Buona domenica
    Mandi

  • Laura

    …è tutto così commovente, così Umano, così vero che solo una nota sento stonata:”l’orribile persona che sono oggi”.
    siamo tutti il risultato della nostra più o meno facile vita, il prodotto del nostro dolore, siamo tutti, nessuno escluso, con qualche “falla caratteriale” che non fa propriamente parte di noi, ma che si trascina da un passato irrisolto. Dalle tue parole si evince una sensibilità spuntata spontaneamente come le pratoline in mezzo a un campo incolto. Il Papa Francesco anche io vedo l’uomo…e non il papa, perchè forse è questo che piace a tanti. L’uomo che potrebbe avere mille privilegi come i predecessori e invece fa l’uomo fra gli uomini. La mia fede non è mai stata un pilastro, ma ho sempre amato la figura dell’uomo Gesu’, come di tutti i grandi maestri spirituali. Questo giorno sarà sicuramente importante per la storia della chiesa…ma la santità l’incontro spesso e in persone che mai diverranno santi. Quanti piccoli miracoli fa la gente comune senza aspettarsi un posto d’onore nei cieli. Ciao dolcissima e bellissima persona…se lassù ci sarà qualcuno oggi son certa che avrà benevolmente sorriso ai tuoi pensieri.

    • accantoalcamino

      @Laura, grazie, ma la mia è più di una “falla caratteriiale”, è un cratere che va fino al centro della terra. Sapessi quante Amiche ho perso o lasciato andare per questo motivo e, lo confesso, mi mancano perchè sono davvero persone speciali. Come si dice: mai dire mai e chissà che un giorno non ci si ritrovi a raccontarsi tutto questo ed allora sarà come dici:un piccolo miracolo fatto da gente comune. Un bacio <3

  • edvige

    Il mio credo è dentro a me e mi basta. Anch’io ho avuto a che fare con monache e preti anch’io da piccola ma per altre ragioni e se potessi….poi anche da grande quando una volta portai mia figlia di 4 anni solo per un breve ricovero dovendo cambiare casa e non avendo nessuno ci è mancato poco che….era l’Educandato del Gesù Bambino suore/monache….. la via che passa davanti alle torri mi sembra via Italo Svevo verso via Baiamonti……ora non ce più meno male.
    Tornando ai papi nella mia vita ne ho passati tanti….ricordo Giovanni con affetto come persona e Woytila in un modo diverso per il resto no comment. Buona domenica cara.

    • accantoalcamino

      @edvige, è così che dovrebbe essere ma, lo sai bene, tanti, troppi condizionamenti ci hanno messo delle catene, per fortuna si vive in un epoca in cui ci si può “liberare”. Un bacio <3

  • iltempodelleriflessioniil

    Non credo di essere la persona più giusta per parlarti di fede, non credo assolutamente che andare tutti i giorni in chiesa e “battersi il petto” sia sinonimo di fede e cristianità, anch’io amica mia ne ho passate tante comprese le suore, mi sento cristiana? Si!, frequento la chiesa con assiduità? No!, ma ciò non toglie che mi sento una buona cristiana, mi emoziono per le cose più semplici che il buon Dio ha creato, ma qui dovremmo aprire un capitolo enorme e non mi pare il caso.
    Non credo “un pò ti conosco” che tu sia una cattiva persona, sei una persona normalissima con i suoi pregi e difetti e chi non li ha cara! se solo tu potessi parlare con Papa Francesco, sono convinta che lui ti direbbe che sei una persona specile e quindi l’amore di Dio è conte, mi fermo qui cara e ti stringo un abbraccio forte forte, un bacio Libera.
    Angela

    • accantoalcamino

      @iltempodelleriflessioni, grazie, ci siamo dette tutto ieri, hai ragione, non sono una brutta persona però a volte mi sforzo di esserlo raggiungendo “ottimi” risultati :-D Vedi che non ho perso il senso dell’umorismo <3

  • quarchedundepegi

    Hai scritto qualcosa di molto bello.
    Anche a me Francesco piace molto e sta dimostrando un grande coraggio. Io sono però ancora convinto che la Chiesa di oggi sia un “Centro di potere” e poco più.
    La Chiesa, in passato, ha fatto tante cattiverie. Io non riesco più a pensare che quello di oggi sia un giorno particolare e particolarmente commovente. È solo utile a molti romani… farsi pagare il doppio o il triplo.
    Ho scritto qualcosa al riguardo nel mio libro… se un giorno arriverai a leggerlo.
    Per quanto riguarda la tua vita in orfanotrofio, posso solo rattristarmi nel profondo del cuore… dato che so che sei un’anima molto buona e altruista.
    Un abbraccio.
    Quarc

    • accantoalcamino

      @quarchedundepegi, grazie, sto pensando da quanto tempo ci “conosciamo” virtualmente, quante volte mi hai aiutata, semplicemente leggendo le mie mail, quante volte mi hai scritto senza ricevere risposta perchè, lo sai, quando ho l’animo così, preferisco isolarmi. Mi ha detto una conoscente che amo complicarmi la vita, forse è vero ma questa sono. Per quanto riguarda la “speculazione” dell’evento, è vero, ci hanno provato e qualcuno ci sarà anche riuscito però, e questo i telegiornali non l’hanno detto, le fiamme gialle hanno fatto una bella piazza pulita.
      Grazie, è vero, ho un’anima buona e altruista ma a volte preferirei essere una “merdaccia” come diceva la signorina Silvani a Fantozzi :-D

  • stella

    cara Libera, anche io non sento la fede ma ciò non toglie che provo una simpatia immensa per questo Papa, anzi a dire il vero quanto vidi da vicino Papa Wojtyla mi emozionai inaspettatamente, non so perchè!
    Buona domenica anche a te mia cara, un beso :-)

  • Erica Di Paolo

    Se la fede è credere in un’istituzione, beh, no, non mi sento fedele neanche io. Ma l’incontro con la fede è quello che tu hai descritto: la fede è arrivare al cuore, privarsi dell’avere e mostrarsi nell’essenza. Fede è ammirare il miracolo del risveglio delle emozioni, assopite dal sistema corrotto, macchinoso, vizioso e sporco che è la Chiesa come istituzione.
    Personalmente non credo che sia troppo tardi. L’avresti detto, dieci anni fa, che saresti arrivata a provare queste sensazioni, oggi? Grazie per le tue parole, sempre spunto di riflessione.
    Ti abbraccio.

    • accantoalcamino

      @Erica, grazie per la tua presenza; in questa riflessione/dibattito/condivisione di pensiero ho capito che chiesa, fede, Dio non sono necessariamente complementari. Ho sempre pensato che la vita sia semplicemente una sala d’attesa dove trascorrere il tempo al meglio e questo meglio lo troviamo anche nella fede, in Dio. La mia fede e il mio Dio li trovo ogni giorno nella Natura… Un abbraccio anche a te <3

  • Terry

    Ti dico solo una cosa… Te vojo ben! :)

  • Fabiana-fabipasticcio

    Tanto si può discutere di fede, ma è fondamentale l’accoglienza nel discutere e nell’ascoltare. L’allontanamento dalla Chiesa l’ho vissuto anche io, ma non così doloroso come il tuo Libera. Però, ancora oggi certi preti non li digerisco proprio e mi stupisco che abbiano la memoria così corta da non ricordare la storia della trave e della pagliuzza e non solo quella. Papa Francesco compie e compirà piccole grandi cose che a molti “cattolici” non piaceranno o piaceranno poco, ma quelle piccole cose saranno davvero per tutti, come deve essere.
    Papa Francesco è come l’acqua sulla roccia del Carso…piano piano scava e arriva dove vuole arrivare,
    Spero un giorno di poter dire che gli uomini di Chiesa sono come Papa, Francesco, Don Milani, Don Nicolini o Enzo Bianchi…al momento è già immenso poter dire che questi piccoli grandi uomini sono Uomini di Chiesa.
    Sperando che le cose vadano decisamente meglio sorrisi a profusione, che germoglino come le tue erbe, ricche di magia e di storie.

    • accantoalcamino

      @Fabiana-fabipasticcio, eccoci qui, un’altra volta a chiacchierare assieme di un argomento,diciamo, “scottante”, tanto per rimanere in tema di cucina, camini e fuochi… Mi piace l’associazione del Carso a Papa Francesco. assomiglia anche all’acqua di un ruscello che, limpido, senza far rumore, scava, scava, scende, scende, fino ad arrivare a valle per nutrire i fiumi che andranno a loro volta a nutrire il mare. Ciao.

  • zebachetti

    Ciao bella anche io non avuto mai un buon rapporto con la chiesa, continuo a non fidarmi non tanto di Francesco, ma di quello che gli ruota intorno, però vedo dei cambiamenti e questo è già cosa buona e giusta. Un abbraccio Libera Buone cose sempre

    • accantoalcamino

      @zebachetti, beh,ricordo che avevi fatto un post meraviglioso su Papa Francesco, hai ragione, qualcosa si sta muovendo, pensa a quanta forza potrebbero avere gli uomini, solo volendo, parlo di forza positiva,per il bene di tutti, l’amore incondizionato, così raro ormai da stupirci nel trovarlo in un Uomo solo. Un bacio anche a Rosy e, fatevi sentire!!! :-P

  • francesca-voglioviverecosi

    Ho evitato di guardare la tv per tutto il giorno…
    buona domenica
    francesca

  • Rossella

    A proposito di mucche già scappate… Ho pochi anni in più dei 60 e due anni fa mi sono ritrovata ad avere fede… Alle spalle una famiglia di origine da dimenticare o perdonare, un’educazione cattolica …. appena ho potuto allora sono fuggita dalla chiesa. Oggi sai che sento di far parte veramente di una “famiglia” quando faccio la comunione ? E ho un marito un figlio, una famiglia serena. Mi sento parte non tanto della Chiesa (che è quello che è…) ma di qualcosa di più grande che puoi chiamare universo, energia cosmica …o Dio. Sento la presenza, il conforto e la benedizione. Dopo aver passato una vita a parlare male di certi rami della chiesa mi sono sentita poi attratta da quel cristianesimo dove siamo come”perle” amate, aiutate, dove il peccato è frutto del dolore e la colpa non ha più ragione di essere. E questo papa hai ragione, è un papà che apre i cuori. Pensa solo alla telefonata a Pannella di due giorni fa dove lo invita a bere, a mangiare, dove si impegna a parlare anche lui della situazione delle carceri… Ma quale chiesa, quali sacerdoti conosciuti in passato si sarebbero messi in contatto col promotore della legge sull’aborto, del divorzio… Ci sta insegnando. Una mia amica che fa Reiki circo un anno fa mi diceva che la spiritualità si sta spostando dall’oriente verso di noi… io ascolto ma mi chiedo come possa dire una cosa del genere. Eppure è vero… anche di recente sono rimasta stupita per una mia amica atea da sempre … Che la nuvoletta della spiritualità che si sposta verso di noi … ti abbracci !!!

    • accantoalcamino

      @Rossella, è incredibile questo Uomo/Papa, la sua naturalezza nell’amare ed andare incontro a tutti, indistintamente, per abbracciarli. C’è da riflettere e le vostre risposte a questo post sono preziose. Grazie.

  • panelibrienuvole

    Cara Libera, secondo me la fede non c’entra niente con la Chiesa. Solo qualche volta, incidentalmente, si incontrano in una sola persona. Come è per Papa Francesco, e per tante altre persone “normali”.
    Non credo di essere credente (?!) ma ci sono persone che hanno qualcosa. Sia fascino benigno, forza interiore, una grande empatia o semplicemente un amore inesauribile dentro se stessi. Questo è ciò che mi sembra più vicino ad un sentimento religioso, che va oltre la semplice spinta morale, la arricchisce e diventa un “miracolo” inspiegabile.
    Grazie per le tue riflessioni. Ti mando un forte abbraccio.
    Alice

    • accantoalcamino

      @panelibrienuvole, mi scuso, ho trovato il tuo commento in spam e uno spam in moderazione,forse anche wordpress risente di tante emozioni e cambiamenti ;-) E’ vero, anche questo fa parte del credo comune che ci è stato inculcato, la fede indivisibile dalla Chiesa, Dio e Gesù una “cosa” sola. Io credo in Dio, lo percepisco nella Natura, perchè le emozioni che mi ha dato e mi da la Natura non me le ha mai date e non me le da nessuna “persona”. Ciao, ricambio il forte abbraccio <3

  • Denise Cecilia S.

    Mi piacerebbe dire molte cose, però magari su un prato, non qui (amo questo blog, ma seguo l’istinto).
    Certamente capiresti bene la mia gioia per essere tornata a vivere nella Chiesa, se te la descrivessi; anche se stiamo facendo percorsi diversi.
    Ma non voglio parlarne, vorrei partecipare a una messa con te, tenerti per mano e cantare (una delle cose che mi piacciono di più).

    Leggendo della tua storia e delle tue fatiche mi dispiaccio, sì, ma soprattutto provo tanta tenerezza (quella delle mamme, che fa sorridere anche quando un bimbo piange perché s’è sbucciato il ginocchio), l’unica cosa che mi intristisce davvero è quel mortificarti.
    Ma so che levare quel pensiero letale con un breve commento è davvero pretendere troppo. Un abbraccio.

    • accantoalcamino

      @Denise Cecilia S., vedi che si sta già delineando un programma per noi? Canteremo a squarciagola in un prato. Pensa che in “collegio” c’era ancora la messa in latino comprese le canzoni, le sapevo tutte a memoria, mi piaceva così tanto il latino che l’avevo poi scelto anche in terza media, quand’era facoltativo. Forse per questo sono “rabbiosa” perchè avrei avuto un grande potenziale da sviluppare, invece nisba, solo difficoltà ad interagire col mondo, allontanandomi da lui. Bacio e arrivederci sul prato <3

      • Denise Cecilia S.

        Lo ricordo, sì, del latino. Peccato davvero.
        (Ma che invidia, quando sento cantare in latino con tanto di intonazione perfetta, sillabe divise al momento giusto, ecc.!)

        Bacio, a presto :)
        (Consulto Trenitalia e ti scrivo al nuovo indirizzo).

  • semprecarla

    Mi hai commossa! I tuoi ricordi sino duri e inzuppati di una voglia d’amore che strappa l’anima. Papa Francesco tocca i cuori per il suo non chieder mai e aprire sempre le braccia. Io credo, credo in un Padre che ama e che non sempre riesco a comprendere o a ricambiare secondo il suo volere, non riesco ad accettare troppe cose imposte dalla chiesa umana, poco attenta a tante cose, distante da quella bimba che chiedeva di essere solo amata e accompagnata con dolcezza per le strade sterrate che s’affacciano sui viali fumosi della vita.

    • accantoalcamino

      @semprecarla, sai che scriverlo ed anche ora, rispondere ai commenti, mi riporta indietro negli anni, facendomi rivivere le stesse ed è inevitabile la lacrima, nonostante tutto non mi sono indurita, a volte scalcio ma senza convinzione, forse per vedere se qualcuno va “oltre” ma, comemi disse un giorno una mia collega di lavoro: tu per me non sei nulla… Buona giornata :-)

  • sweetmilla123

    Ciao, a volte capita che pur accettando gli eventi della vita rimanga un pizzico di rimpianto per ciò che saremmo potuti essere o diventare con il supporto di eventi a noi più favorevoli…ma questo non deve impedirci di vedere il nostro valore e di dare pienezza alle nostre giornate. Ci sono sempre l’oggi e il domani con cui riscattarsi, l’importante è averne piena consapevolezza. Spero che le mie parole non siano invadenti. Un abbraccio. Laura

    • accantoalcamino

      @sweetmilla123, le tue parole non sono invadenti, anzi; come ho scritto ad altre, questo condividere pensieri ed opinioni è utile. Sai cosa c’è? Mi rendo conto che gli anni sono passati e li ho trascorsi tutti nuotando per tenermi a galla; ecco, sento che non avrò tanti domani per poter ripartire ma ferma non resterò. Sai nulla del concorso? Un abbraccio <3

      • sweetmilla123

        Ci sono giorni in cui sento di aver sprecato tutti gli anni che ho vissuto, anzi, di non aver vissuto affatto. Vorrei poter tornare indietro e sistemare le cose ma non posso. Se guardo avanti un futuro non lo vedo e a volte penso che me ne “andassi” oggi, tra un anno o 10, non farebbe molta differenza.
        Poi ci sono volte in cui prendo coscienza che la vita è un bellissimo dono e anche se sbraccio per rimanere a galla, è bello esserci. Tutto ciò che ho detto prima, non esiste più! Pensare al passato non cambia le cose e la malinconia per ciò che saremmo voluti essere o avremmo voluto vivere oscura solo le nostre giornate. Così compilo la lista con le cose che mi piacciono, le cose che mi fanno stare bene, i miei desideri e vado avanti.
        Beh, ora mi sono sfogata :-)
        Il concorso per me è finito qui…all’ inizio un po’ mi è dispiaciuto, ora penso che è meglio così…se mi avessero presa mi sarei consumata di ansia e non avrei fatto più nulla :-D Un abbraccio a te e buona notte <3 <3 Laura

  • Quando arriverà quaggiù l’aria nuova di Papa Francesco? | Un po' di mondo

    […] e non credenti. Non sto a ripercorrerli tutti, sono tantissimi e li avete visti tutti in tv: ne parla in un bellissimo post la nostra amica Libera, ne parla in un altro il vaticanista Marco Politi, prendendo spunto dalla telefonata del Papa a […]

  • unapiccolamela

    Ho un rapporto lontano sia con la fede che con la Chiesa, o forse dovrei dire con la Chiesa e basta: suore e preti incontrati in giovinezza mi hanno allontanata da quanto ho creduto per anni.
    Ma capisco il tuo stato d’animo, la sensazione che una persona tanto limpida possa fare la differenza, che il coraggio sia la vera ancora di salvezza in questo mondo storto…Chissà se Papa Francesco riuscirà a riavvicinare anche una burbera come me :D
    Un abbraccio

    • accantoalcamino

      @unapiccolamela, secondo me si, anche se, temo, appena lui se ne sarà andato (io spero tra 1.000.000 di anni),io ete faremo dietro front ;-) Grazie per essere passata, buona giornata <3

  • ili6

    Che bel post, Libera! Hai messo dentro tanti ottimi ingredienti: serenità conquistata graffiando i muri, speranza, coraggio, fiducia, sorriso, emozioni, tenerezza, amore. No, non sto parlando di Papa Francesco, che pur mi piace e per tutto quello che hai detto tu, sto parlando di te!
    Un abbraccio col <3

    • accantoalcamino

      @ili6, grazie, come ho già scritto, spesso dopo mi pento ma ho un grande bisogno di gridare al mondo la mia rabbia per questo destino che ha voluto per me una vita ai margini, pur essendo una persona con talento e intelligenza per poter vivere al centro, insieme agli altri, senza averne tanta paura da farmi essere così sgradevole e sempre sulla difensiva. Un bacio, vado va…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: